Santiago, il macchinista si vantava su Facebook di andare oltre i limiti

Redazione 27 July 2013

Francisco José Garzon Amo, il macchinista alla guida del treno deragliato ieri a santiago e indagato dalla polizia come possibile responsabile dell'incidente, nel 2012 aveva diffuso sul suo profilo di Facebook una foto del tachimetro di un convoglio (presumibilmente di tipo ad alta velocità) che segnava i 200 chilometri orari, vantandosi di "non poter andare più forte se no mi fanno la multa".

Il 52enne Amo – macchinista da trent'anni – è stato già sottoposto al test dell'etilometro, che ha dato risultato negativo; inoltre, esiste una registrazione effettuata subito dopo l'incidente di un colloquio fra l'uomo – rimasto intrappolato nella motrice, ma sopravvissuto senza ferite gravi – e la stazione di santiago, nel quale avrebbe ammesso di star andando a 190 chilometri orari, in un tratto di linea tuttavia in cui la velocità massima autorizzata era di 80 km/h.


Fonte: Repubblica
Segnalato da: NonCiPossoCredere