Il saluto del Feyenoord prima di morire la commovente storia di un tifoso

Redazione 26 July 2013

Il mondo del calcio, accusato spesso di cinismo e di interessi economici che prevalgono su tutto, può regalare anche storie commoventi. E' il caso di quanto accaduto in Olanda, a Rotterdam, con la tragica ma toccante vicenda che ha visto protagonista Rooie Marck, ultrà storico del Feyenoord, affetto da un male incurabile. Con pochi giorni di vita ancora a disposizione Marck ha espresso un desiderio rivelatore di tutta la sua passione per la squadra del cuore: vedere un'ultima volta il Feyenoord.

Il club olandese, contattato da amici e familiari del tifoso, ha deciso così di invitarlo ad assistere al primo allenamento stagionale nello stadio di Rotterdam. Oltre che dai propri beniamini, intenti a correre sul terreno di gioco, Rooie Marck è stato accolto dai sostenitori del Feyenoord, accorsi in massa per tributargli il loro ultimo saluto, che hanno cantanto in suo onore, acceso fumogeni ed esposto un grande striscione raffigurante proprio Marck. Il tifoso, commosso dall'accoglienza ricevuta e dalla presenza al gran completo di giocatori e staff tecnico del Feyenoord, si è voluto alzare dalla barella con la quale era stato portato in campo per applaudire e ringraziare tutti. Dopo aver abbracciato i calciatori, ha poi voluto raggiungere la curva, dalla quale era solito assistere alle partite della sua squadra del cuore, e arrivato ai piedi delle gradinate ha chiuso gli occhi e allargato le braccia, prima di cedere alla commozione e alle lacrime. Tre giorni dopo Rooie Marcks se ne è andato, con il Feyenoord e la fantastica giornata organizzata per lui nel cuore.


Fonte: Repubblica
Segnalato da: NonCiPossoCredere